lunedì 12 novembre 2012

LA CENTRALE IDROELETTRICA


1 – Ciclo di funzionamento

La centrale idroelettrica trasforma l'energia idraulica di un corso d'acqua, naturale o artificiale, in energia elettrica.
Lo schema funzionale comprende l'opera di sbarramento, una diga, che intercetta il corso d'acqua creando un invaso o un bacino, dove viene mantenuto un livello costante dell'acqua. Attraverso canali e gallerie di derivazione, l'acqua viene convogliata in vasche di carico e, mediante condotte forzate, nelle turbine, attraverso valvole di immissione (di sicurezza) e organi di regolazione della portata (distributori) secondo la domanda di energia.
L'acqua mette in azione le turbine e ne esce finendo poi nel canale di scarico, attraverso il quale viene restituita al fiume. Direttamente collegato alla turbine, secondo una disposizione ad asse verticale o ad asse orizzontale, è montato l'alternatore, che è una macchina elettrica rotante in grado di trasformare in energia elettrica l'energia meccanica ricevuta dalla turbina.
L'energia elettrica così ottenuta deve essere trasformata per essere trasportata a grandi distanze.
Ciò avviene mediante il trasformatore abbassa l'intensità prodotta dall'alternatore, elevandone allo stesso tempo la tensione a migliaia di volt.
  • BACINO : invaso da acqua che si ottiene per effetto dello sbarramento del corso di un fiume
  • DIGA : opera di sbarramento del corso d'acqua, in cemento armato, che serve a formare il bacino idrico: è dotata di gallerie o canali per il controllo dell'acqua
  • CONDOTTE FORZATE : tubazioni in lamiera d'acciaio o in cemento armato, munite di organi di regolazione della portata dell'acqua, per il corretto funzionamento delle turbine
  • TURBINA: componente meccanico che ruota azionato dall'energia cinetica sottratta all'acqua (può essere di diverso tipo in base al dislivello e alla portata d'acqua)
  • ALTERNATORE: generatore di corrente alternata prodotta grazie al fenomeno dell'induzione magnetica serve per innalzare la tensione della corrente alternata.




2- PASSAGGI DI ENERGIA

Energia potenziale (acqua in bacino) ----> cinetica(acqua in caduta) --> meccanica ( turbina) ----> elettrica(alternatore)





3- VANTAGGI E SVANTAGGI

Utilizza una fonte rinnovabile e gratuita, non è inquinante, buona produzione energetica.
Si può costruire solo dove ci sono condizioni ambientali adeguate; il costo di realizzazione dell'impianto è elevato, come pure l'impatto ambientale.


4- OSSERVAZIONI

L'energia idraulica rappresenta, approssimativamente un quarto dell'energia totale prodotta nel mondo e, negli ultimi anni, sta aumentando di importanza.
La produzione di energia idroelettrica è stata predominante fino all'inizio degli anni '60,quando, a causa del progressivo esaurirsi delle risorse idriche disponibili si è stabilizzata intorno al valore 40-50 miliardi di Kwh all'anno, con oscillazioni dovute essenzialmente alle differenti disponibilità idriche.
In termini percentuali, la produzione idroelettrica, che nel 1960 rappresentava l'82% della produzione complessiva, si è ridotta negli anni '80 al 25%, mentre la produzione termoelettrica è aumentata, nello stesso periodo, dal 14 al 70.
Nel 1999 in Italia erano in esercizio centrali idroelettriche capaci di una potenza pari a 20.759 MV, che hanno prodotto 51.636 milioni di Kwh, pari al 19,4 % della produzione totale di elettricità in Italia. 

4 commenti:

  1. Bello grazie mille!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao grazie però manca il trasformatore lo puoi aggiungere grazie?

    RispondiElimina
  3. graziee tante mi faciliti la vitaaaaa

    RispondiElimina
  4. magico ho scoperto cose che nn cerano manco sul libro

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

TEST GRAMMATICA

QUIZ LE CAPITALI EUROPEE

QUIZ I GUERRA MONDIALE

RIPASSA CON I QUIZ

RIPASSA CON I QUIZ
Clicca sull'immagine

ESERCIZI DI INGLESE

QUIZ CAPITALI MONDIALI