martedì 27 settembre 2016

RICERCA SULLE FIBRE TESSILI

Le   FIBRE TESSILI     sono prodotti di origine naturale o artificiale dai quali è possibile ricavare un filato.

Il  FILATO è un insieme di fibre tessili unite che formano un filo continuo, usato per confezionare tessuti.

Nello schema sotto abbiamo riassunto l'origine e i derivati delle principali fibre tessili
riassunto fibre tessili

Origine naturale
Vegetale
Cotone, lino, canapa


Animale
Lana di animali o seta (baco)
Pecora, cammello, vigogna, baco da seta
Minerale
Fibre di vetro, amianto


Origine chimica
Artificiale
Ricavate da cellulosa
Rayon
Sintetica
Ricavate da idrocarburi (petrolio, gas naturali)
Nylon

Fibre tessili vegetali
Il COTONE è la fibra tessile più usata nel mondo. Si produce da un frutto a forma di capsula che contiene dei semi ricoperti da peli. Quando il frutto matura si apre ed esce il bocciolo del cotone. Con i peli più lunghi si ricavano i filati, con i peli più corti si ricavano fibre sintetiche come il raion. Dai semi si ricava olio, mangime per bestiame, fertilizzanti. La fibra del cotone è costituita da cellulosa quasi pura (95% circa) La qualità del cotone dipende dalla lunghezza delle fibre--> più sono lunghe e più sono elevate le sue proprietà come: lucentezza, finezza, resistenza.
PRODOTTI TESSILI DEL COTONE: spugne, velluti, tovaglie, jeans, cotone idrofilo, ovatta.

LINO: si ricava dal fusto di una pianta alta fino a un metro, con fiore azzurro o bianco. Il lino non è formato solo da cellulosa ma anche da lignina, grassi e cere.
PRODOTTI TESSILI DEL LINO: biancheria da letto, lenzuola, federe, tovaglie, abbigliamento e arredamento, tende. Il lino dona una sensazione di fresco e per questo è spesso usato nei climi caldi e umidi.

CANAPA: si ricava dal fusto di una pianta alta 3-4 metri.
PRODOTTI TESSILI DELLA CANAPA: abbigliamento, arredamento, tovaglie ria, asciugamani, corde, funi.


Fibre tessili animali 
LANA: si ottiene dal vello degli ovini (ossia i peli di alcuni animali come cammello, capre d’angora e cashmere, vigogna, alpaca, lama ed altri). Le caratteristiche della lana dipendono dalla razza dell’ovino, dalle condizioni di allevamento, di alimentazione, dall’età dell’animale.
Altre caratteristiche della lana sono:
Finezza -  Arricciatura -  Grande elasticità - Igroscopia (assorbe umidità)
PRODOTTI DELLA LANA: maglieria, cappelli, materassi.

SETA: si ricava dai bozzoli di un insetto chiamato baco da seta, della famiglia dei lepidotteri.
Prodotto di grande pregio, la seta è molto resistente, elastica, ottima resistenza alla piegatura, buon potere termico isolante.
PRODOTTI DELLA SETA: biancheria, abbigliamento, camicie, cravatte.




Fibre tessili minerali 
Ad esempio le fibre di vetro da cui si possono ricavare fibre tessili tramite colatura o fusione.
Principali usi si hanno nell’industria delle materie plastiche, produzione di elettrodomestici, nei tessuti per isolamento elettrico, acustico e termico.

Le fibre chimiche possono essere artificiali o sintetiche
Le fibre artificiali si ottengono da materie prime rinnovabili, come la cellulosa del legno e sono del tutto assimilabili alle fibre naturali--> quindi possono subire processi come la tintura, la filatura, lo stiramento.
Da questi processi si ottengono filati continui o fiocchi
Le fibre sintetiche si ottengono tramite polimerizzazione, un processo chimico da cui si ottengono macromolecole.

Esempi fibre artificiali: la viscosa, il cupro, l'acetato, il triacetato e il lyocell
Esempi di fibre sintetiche: poliesteri (pile), nylon, elastan, microfibra.





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

TEST GRAMMATICA

QUIZ LE CAPITALI EUROPEE

QUIZ I GUERRA MONDIALE

RIPASSA CON I QUIZ

RIPASSA CON I QUIZ
Clicca sull'immagine

ESERCIZI DI INGLESE

QUIZ CAPITALI MONDIALI