venerdì 18 ottobre 2013

RIASSUNTO MARE MEDITERRANEO

Il Mare Mediterraneo, culla di grandi civiltà come quella Fenicia, Greca ed Egiziana, grazie alla sua collocazione geografica è stato da sempre un importantissimo crocevia di scambi commerciali. E' un bacino che può definirsi "chiuso"Mediterraneo significa appunto "nel mezzo della terra"- poiché comunica con gli altri mari solo in due punti: con l'oceano Atlantico, grazie allo stretto di Gibilterra, e con il mar Nero sullo stretto del Bosforo, in Turchia. Vi è anche un altro passaggio, il canale artificiale di Suez, che lo mette in comunicazione con il Mar Rosso e che oggi rappresenta la rotta principale verso l'oriente. Ha inoltre uno scambio di acque con il Mar Nero, attraverso lo Stretto dei Dardanelli, il Mar di Marmara e lo Stretto del Bosforo. Geograficamente è compreso fra i confini meridionali dell'Europa, settentrionali dell'Africa e occidentali dell'Asia. 

Formazione geologica
L'ipotesi più accreditata circa la formazione di questo mare teorizza che, all'incirca cinque milioni di anni fa, il Mediterraneo fosse una vallata molto profonda e secca che divideva tre continenti: Europa, Africa e Asia.
Origine del Mar Mediterraneo
A causa di un violentissimo cataclisma, verificatosi proprio in quegli anni, si produsse una sorta di breccia nel muro di contenimento dell’oceano Atlantico ad ovest, dove oggi si trova Gibilterra. In un processo durato diversi anni e chiamato alluvione zancleana, l'acqua iniziò a defluire inondando questa valle e trasformandola in quello che oggi è il Mar Mediterraneo. 

Un mare formato da altri mari
In realtà in Mediterraneo è formato da una serie di altri bacini che sono abbastanza estesi da essere definiti mari anch'essi: il Tirreno, lo Ionio, il mar Egeo, l’Adriatico, ognuno con caratteristiche proprie. 
Complessivamente si può affermare che il Mediterraneo è un mare profondo che raggiunge i 3/4000 metri di profondità. Il punto di massima profondità si trova in Grecia, lungo le coste sud-occidentali del Peloponneso. Grazie a questa caratteristica il mare è popolato di grossi cetacei (ad esempio la balenottera azzurra) e pesci di profondità come il tonno e il pesce spada. 

Coste
Le coste africane ed asiatiche sono aride e piatte, mentre le coste europee, anche se non soggette a piogge pesanti, sono verdi e montagnose, con un clima più temperato.
Il continente africano da sempre si spinge lentamente verso il continente europeo e questo ha causato l’innalzamento delle Alpi. La conseguente frattura nella crosta terrestre ha formato i vulcani Etna, Stromboli e Vesuvio in Italia e Santorini in Grecia. Questo movimento verso il continente europeo è anche la causa della frequente attività sismica in questa area.

Isole
Nel Mar Mediterraneo ci sono circa 1400 isole, fra le principali vanno ricordate la Sicilia, la Sardegna, Cipro, la Corsica, Creta, Eubea, Maiorca, Lesbo e Rodi.
Per un elenco delle isole ordinate per grandezza cliccate qui.

Clima
In generale, il clima è tiepido e temperato, e subisce l'influenza dell’aria calda e secca proveniente dal Sahara durante l’estate creando temperature ideali per le vacanze, e dall’aria più umida e fredda dall’Atlantico durante l’inverno. La mitezza del clima ha favorito la nascita e lo sviluppo delle grandi civiltà che sulle coste del Mediterraneo hanno trovato la loro massima fioritura. 

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

TEST GRAMMATICA

QUIZ LE CAPITALI EUROPEE

QUIZ I GUERRA MONDIALE

RIPASSA CON I QUIZ

RIPASSA CON I QUIZ
Clicca sull'immagine

ESERCIZI DI INGLESE

QUIZ CAPITALI MONDIALI