mercoledì 20 settembre 2017

RIASSUNTO QUINTO CANTO PURGATORIO

E' il canto di Pia de' Tolomei, inserita da Dante nel Purgatorio, fra i morti di morte violenta.

Dante e Virgilio riprendono a camminare, ma una delle anime si accorge che Dante ha l'ombra e lo indica. Dante si ferma, mentre Virgilio lo esorta ad andare avanti.
Arriva  un altro gruppo di anime che cantano il salmo "Miserere" e poi domandano perché Dante abbia l'ombra. Virgilio ne spiega la ragione e li invita a parlare con Dante che potrà aiutarli raccontando la loro condizione ai familiari e, grazie alle preghiere di suffragio, far diminuire la loro permanenza in Purgatorio.
Sempre continuando a camminare le anime spiegano di essere i morti "per violenza altrui" e di essersi convertiti alla fede tardivamente.

Uno tra loro inizia a parlare: è Jacopo del Cassero, politico di Fano, ucciso dai sicari di Azzo, signore di Ferrara.
Dopo di lui si fa avanti il ghibellino Buonconte da Montefeltro, morto nella battaglia di Campaldino e adesso dimenticato da tutti i familiari. Buonconte racconta le circostanze della sua morte, in cui un angelo e il diavolo si contesero il suo corpo. Il diavolo poi, provocando un'improvvisa alluvione, fece in modo che il suo corpo fosse trascinato nell'Arno e mai più ritrovato.

Il canto termina con le parole pronunciate da Pia de' Tolomei, nobildonna senese, uccisa dall'uomo che aveva sposato.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

TEST GRAMMATICA

QUIZ LE CAPITALI EUROPEE

QUIZ I GUERRA MONDIALE

RIPASSA CON I QUIZ

RIPASSA CON I QUIZ
Clicca sull'immagine

ESERCIZI DI INGLESE

QUIZ CAPITALI MONDIALI