lunedì 29 agosto 2016

COME SI ANALIZZA UN QUADRO

In questo articolo vorremmo darvi alcune linee guida da seguire quando vi viene chiesto di analizzare un quadro. 
I primi punti da prendere in considerazione sono :

1)CHI=artista
2)COSA=titolosoggetto, supporto, dimensioni del quadro
3)DOVE=museo/città in cui si trova
4)QUANDO=data di realizzazione
5)PERCHE'= perché fu dipinto, da chi fu commissionato, significato, interpretazioni


Una volta che avete chiari i 5 punti potete procedere alla vostra analisi scrivendo per prima cosa le informazioni di base---> (i primi 4 punti elencati sopra):

  • il nome dell'artista
  • il supporto (cioè il materiale su cui è stato dipinto: tela, carta, muro, tavola, etc.)
  •  la data in cui è stato realizzato
  • le sue condizioni attuali (se c'è da dire qualcosa al riguardo, ad esempio se è stato recentemente restaurato, se ha subito danneggiamenti di qualche tipo, etc. Se invece le sue condizioni sono integre, saltate pure questo punto)
  • la sua provenienza (se prima si trovava in altro luogo/città/museo), dove è esposto oggi, se è visitabile, etc. 

Tema dell'opera
Poi potete passare al tema vero e proprio, cioè a cosa succede nel dipinto, chi sono i personaggi ritratti (se ci sono delle figure umane) o quali sono i luoghi che vi vengono raffigurati.
Tenete presente che ciò che viene dipinto corrisponde ad una "storia" che l'artista ha voluto raccontare, quindi tutto ciò che è nel quadro ci parla delle sue idee e del suo pensiero.
Spesso troverete scene religiose o di origine mitologica: se non conoscete l'episodio nello specifico (es. "Giuditta decapita Oloferne" di Caravaggio) provate a documentarvi e andate a leggere ciò che la storia racconta.
Confrontate ciò che avete letto con l'effettiva rappresentazione
Giuditta decapita Oloferne - Caravaggio
che l'artista ne ha fatto: da questo confronto capirete gli elementi che l'artista ha voluto ritrarre e quali invece ha volutamente omesso, quali elementi sono stati messi in risalto (magari mettendoli in primo piano) e quali sono stati privilegiati rispetto ad altri.
In questo modo si può comprendere l'idea che sta alla base delle scelte dell'artista, il suo pensiero e il messaggio che ci ha voluto trasmettere.

Analisi formale dell'opera
Dopo aver analizzato il soggetto, passate all'analisi formale, cioè al COME è stato realizzato il dipinto: come sono le linee, come è stato steso il colore, come sono le pennellate, i volumi, le proporzioni, la prospettiva e la composizione globale dell'opera.

Stile dell'artista
Di seguito passate alle considerazioni che riguardano lo stile dell'artista: se si inserisce in una corrente artistica precisa e gli elementi di contatto con questa o, viceversa, se si pone in posizione di rottura rispetto ad una determinata corrente e quali sono gli aspetti che rivelano la sua posizione.
In questa analisi va tenuto presente il periodo storico cui l'artista appartiene e se, appunto, ci siano aspetti dell'opera che lo rivelino.
Fatevi queste domande: cosa ci dice il quadro rispetto al periodo storico, possiamo capire quali erano i valori della società in quel momento?

Commissione dell'opera
Infine occupatevi della commissione dell'opera, chi ha voluto far realizzare quel determinato dipinto e perché. Anche l'analisi di questo aspetto può dare informazioni importanti sull'artista, sul suo pensiero, sul tipo di soggetto che voleva realizzare.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

TEST GRAMMATICA

QUIZ LE CAPITALI EUROPEE

QUIZ I GUERRA MONDIALE

RIPASSA CON I QUIZ

RIPASSA CON I QUIZ
Clicca sull'immagine

ESERCIZI DI INGLESE

QUIZ CAPITALI MONDIALI