martedì 11 giugno 2013

GONE TANNING...



Da oggi siamo ufficialmente in vacanza.
Ringraziamo tutti, ma proprio tutti voi che ci avete seguito in questi mesi.
Grazie per averci fatto crescere, in così poco tempo, e averci fatto diventare uno dei blog più seguiti della rete.
Quindi grazie a chi ha chiesto aiuto, a chi è stato insistente, a chi ci ha bacchettato e anche, soprattutto, a chi ci ha corretto!! ^^

Buoni esami e buone, meritatissime vacanze a tutti!
Ci ritroviamo alla fine di Agosto.
I commenti verranno moderati, con calma, tra una partita di beach volley e un bagno...
Quando potremo, insomma!!


Buona estate!

P.S
Abbiamo inserito una pagina dei "DESIDERATA"..
Se avete richieste particolari (magari per il ripasso estivo, per qualche debito, per l'ingresso a nuove classi) scrivete nei commenti ciò che vorreste veder pubblicato, cercheremo di fare il possibile e farvi trovare tutto per la fine di Agosto...
A presto!!  ;-)

venerdì 7 giugno 2013

COMMENTO POESIA THE NEW COLOSSUS

The New Colossus

Not like the brazen giant of Greek fame
With conquering limbs astride from land to land;
Here at our sea-washed, sunset gates shall stand
A mighty woman with a torch, whose flame
Is the imprisoned lightning, and her name
Mother of Exiles. From her beacon-hand
Glows world-wide welcome; her mild eyes command
The air-bridged harbor that twin cities frame,
"Keep, ancient lands, your storied pomp!" cries she
With silent lips. "Give me your tired, your poor,
Your huddled masses yearning to breathe free,
The wretched refuse of your teeming shore,
Send these, the homeless, tempest-tossed to me,
I lift my lamp beside the golden door!"

di Emma Lazarus, New York, 1883

Traduzione

Il Nuovo Colosso

Non come il gigante di bronzo di greca fama, 
che a cavalcioni da sponda a sponda stende i suoi arti conquistatori:
Qui, dove si infrangono le onde del nostro mare
Si ergerà una donna potente con la torcia in mano,
la cui fiamma è un fulmine imprigionato, e avrà come
nome Madre degli Esuli. Il faro 
nella sua mano darà il benvenuto al mondo, i
suoi occhi miti scruteranno quel mare che giace fra due città.
Antiche terre, – ella dirà con labbra mute
– a voi la gran pompa! A me date
 i vostri stanchi, i vostri poveri, 
le vostre masse infreddolite desiderose di respirare liberi,
i rifiuti miserabili delle vostre spiagge affollate. 
Mandatemi loro, i senzatetto, gli scossi dalle tempeste, 
e io solleverò la mia fiaccola accanto alla porta dorata.  


L'incisione su rame del sonetto The New Colossus
Questa poesia, dedicata alla Statua che troneggia al centro della baia di New York, venne scritta da Emma Lazarus, giovane poetessa ebrea.
Era il 1881 quando a New York iniziarono ad arrivare i primi profughi ebrei, cacciati dalla Russia dopo l’assassinio dello zar Alessandro II. Per Emma, che era figlia di un ricchissimo mercante di New York e che fino ad allora aveva vissuto una vita dorata, protetta fra il lusso e i privilegi della sua classe sociale, fu come un risveglio: si rese conto di come poteva essere terribile la vita della sua stessa gente. Assistette con dolore all'arrivo delle navi dei profughi, vide il terribile spettacolo di gente lacera, digiuna, malmenata e perseguitata. La sofferenza che lesse negli occhi di quelle persone mosse in lei la voglia di lottare contro l'ingiustizia e il desiderio di affermare gli ideali di libertà e fratellanza. Si può dunque immaginare come Emma accogliesse la notizia dell'arrivo di una statua della Libertà da collocare nella baia di New York, e con quale ardore rispondesse all'invito, da parte del presidente del Comitato per l’accoglienza della “più grande statua del mondo”, di donare un suo manoscritto che, assieme a quelli di altri poeti, sarebbe stato messo in vendita ad un'asta pubblica, allo scopo di raccogliere i fondi necessari all'operazione.
La statua venne realizzata a Parigi, smontata in pezzi e
ri-assemblata una volta giunta a New York
Lo stesso Comitato aveva bandito un concorso per il miglior sonetto da incidere sul piedistallo della statua e fu proprio Emma a vincerlo. Lei che, forse più di altri, sentiva sulla propria pelle la tragedia di un popolo oppresso da pregiudizi secolari; lei che sentiva come proprio il terrore degli ebrei costretti ad emigrare in cerca di pane, di libertà, di sicurezza politica e di fratellanza.
Il sonetto venne composto nel 1883, quando Emma non aveva ancora veduto la statua e tre anni dopo,  il 28
ottobre 1886, quando il Presidente degli Stati Uniti, Grover Cleveland, scoprì la “Liberta che illumina il mondo”, Emma era in Europa, alle prese col terribile male che l'avrebbe uccisa pochi mesi dopo, il 19 novembre 1887.
Fu soltanto grazie all'interessamento di Georgina Schuyler che il sonetto venne inciso su una lapide affissa al piedistallo (poi  ricollocato, nel 1945, sopra l'ingresso principale della statua.)


ESERCIZI DI RECUPERO ANALISI DEL PERIODO

Riconosci la proposizione scritta in lettere maiuscole

Riconosci la proposizione scritta in lettere maiuscole

 

mercoledì 5 giugno 2013

RIASSUNTO IN INGLESE THE COMMONWEALTH OF NATIONS

The Commonwealth of Nations is an organisation made up of fifty-four states, all but two of which were formerly part of the British Empire.
The Commonwealth has a secretariat to oversee its business, but no formal constitution or international laws. The member states co-operate following common values and goals, including the promotion of democracy, human rights, good governance, individual liberty, egalitarianism, free trade, and world peace.

History
Most of the countries in the Commonwealth were once ruled by Britain. This is why English is the common language. In 1931, Australia, Canada, New Zealand and South Africa (which had once been ruled by Britain, but were now independent) decided to join Britain in a club called the Commonwealth of Nations.
 In 1947, India and Pakistan became independent after a long struggle against Britain. Two years later India decided that it also wanted to stay in the Commonwealth as a republic and agreed to accept the British king or queen as a symbol. The Commonwealth became ‘a free association of independent nations.’ The modern multi-racial Commonwealth was born.
 In 1961, South Africa left the Commonwealth because of its racist policies of apartheid. In 1971, Commonwealth leaders agreed to work for racial justice and supported the struggle of South Africans against white minority rule. The Commonwealth strongly opposes racism.
In 1994, South Africa returned to the Commonwealth as a multi-racial democracy under the leadership of Nelson Mandela. He famously said: “The Commonwealth makes the world safe for diversity.” This means that the Commonwealth is a good example of how different people from different countries can work together for good things.  
 

ESERCIZI CON IL COMPLEMENTO DI TEMPO DETERMINATO E CONTINUATO

Nelle seguenti frasi indica se il complemento di tempo è determinato oppure continuato.
Passa col mouse sulla striscia colorata per vedere la soluzione.


  • E' da stamattina che aspetto una tua risposta.
tempo continuato

  • Durante la partita abbiamo mangiato dieci sacchetti di patatine
tempo continuato

  • Il tempo è stato bello fino alle dieci,  poi si è messo a piovere 
tempo determinato

  • Abbiamo cercato di parlarle per tutto il pomeriggio
tempo continuato

  • Ieri notte si è verificato un grave incidente lungo la statale
tempo determinato

  • Ho corso per due ore e adesso mi sento stanchissimo
tempo continuato

  • Nonostante abbia lasciato Andrea un anno fa, continua imperterrito a cercarmi
tempo determinato

  • Abito in questo vivace quartiere fin dalla nascita
tempo continuato

  • Al tempo dei miei nonni non c'era ancora la televisione in tutte le case
tempo determinato

  • Ho fatto la dieta per un mese e non ho perso un etto
tempo continuato

  • Di sera mi piace ascoltare il gracidio delle rane 
tempo determinato

TRAMA BREVE QUALCUNO CON CUI CORRERE DI GROSSMAN

La vicenda, ambientata nella Gerusalemme dei giorni nostri, ha come protagonisti due adolescenti, Assaf e Tamar, che non si conoscono e che si incontreranno solo alla fine del libro.
Il 16enne Assaf sta svolgendo servizio presso l'ufficio animali del suo comune e gli viene chiesto di ritrovare il padrone di un cane finito nella rete dell'accalappiacani.
Il ragazzo inizia a girare per le strade di Gerusalemme sperando che l'animale sappia ritrovare la strada di casa o che, in qualche modo, possa ricondurlo dal suo padrone.
Qui comincia la vera avventura di Assaf: insieme al cagnolino vivrà situazioni pericolose e incontrerà strani personaggi, tutti in qualche modo legati alla vita di Tamar, la padroncina del cane. Grazie ai racconti e alle descrizioni di coloro che l'hanno conosciuta, Assaf resterà affascinato da questa sedicenne che, a quanto gli viene riferito, sembra essere in grave pericolo. Ed è vero: Tamar, proprio in quei giorni, ha deciso di scappare di casa per aiutare il fratello tossicodipendente Shay che ha iniziato a far uso di droga perché si è convinto di  riuscire così a suonare la chitarra come Jimi Hendrix. Shay si è messo a fare la vita dell'artista di strada,  suonando nelle piazze, vivendo di elemosina e dormendo in un ostello per sbandati. Il rifugio, in realtà, è abilmente gestito da una banda criminale che fornisce droga ai ragazzi per poterli sfruttare. Tamar, decisa a portar via il fratello da lì, si finge anch'essa una sbandata e riesce ad essere accettata nella banda. Alla prima occasione  propizia, durante un'esibizione, Tamar fugge portando con se' il fratello e trova rifugio prima da un'amica e poi in una grotta alle porte della città.
Sarà proprio questa amica, Leah, a rivelare ad Assaf dove si trova la ragazza.
Il giovane, recatosi da lei, la aiuterà durante le crisi di astinenza di Shay e poi, dopo aver ricondotto a casa il giovane, torneranno insieme nella grotta. Per riflettere. Per stare semplicemente insieme.
In silenzio.
"Quasi non parlarono. Tamar pensò che non aveva mai incontrato nessuno con cui si sentiva tanto bene tacendo”

lunedì 3 giugno 2013

SCHEMA RIFORMA CENTURIATA

Introdotta da Servio Tullio (secondo re etrusco) che divise la popolazione di Roma in 5 classi in base al censo--->cioè la ricchezza posseduta da ogni cittadino (case, attività terreni. La riforma:

  •  ridisegnava il meccanismo di voto (OGNI CENTURIA ESPRIMEVA UN VOTO POLITICO) e 
  • serviva come base per il reclutamento dell'esercito (OGNI CENTURIA FORNIVA UN CERTO NUMERO DI SOLDATI)
Chi non aveva nulla (ma veniva conteggiato per "testa", caput in latino) era introdotto nella classe 
Capite Censi, mentre chi possedeva più di 100.000 assi era inserito in una delle 18 centurie dei cavalieri.
Vi erano poi 2 centurie di fabbri (addetti alla riparazione delle macchine da guerra) e 2 centurie di musici (suonatori di corno e tromba). 
Inizialmente ogni centuria forniva 100 soldati (da qui il nome centuria), poi questo numerò variò per diversi motivi. I soldati, fino al I secolo d.c., non percepivano alcuno stipendio (potevano dividere una parte del bottino di guerra, quando c'era).
Le classi ricche erano meglio equipaggiate per la guerra (avevano elmi, corazze, lanceetc.) man mano che si scendeva di classe gli armamenti erano più scarsi fino ad arrivare alla V classe (armata solo di fionde e pietre) e ai capite censi (che venivano richiamati in guerra solo in casi di estrema gravità ed erano armati a spese dello stato). 






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

TEST GRAMMATICA

QUIZ LE CAPITALI EUROPEE

QUIZ I GUERRA MONDIALE

RIPASSA CON I QUIZ

RIPASSA CON I QUIZ
Clicca sull'immagine

ESERCIZI DI INGLESE

QUIZ CAPITALI MONDIALI